Visite Specialistiche

Osteopatia

Cos’è l’Osteopatia?

Si tratta di una terapia manuale, complementare alla medicina classica, incentrata sulla salute della persona piuttosto che sulla malattia; si avvale di un approccio causale e non sintomatico (spesso infatti la causa del dolore trova la sua locazione lontano dalla zona dolorosa), ricercando le alterazioni funzionali del corpo che portano al manifestarsi di segni e sintomi che possono poi sfociare in dolori di vario genere.

L’Osteopatia, o Medicina Osteopatica, è nata alla fine dell’Ottocento negli Stati Uniti d’America e si è diffusa nei primi anni del Novecento in Europa, in particolare in Francia e Inghilterra, dove è da tempo una medicina affermata.

L’Osteopatia si occupa principalmente dei problemi strutturali e meccanici di tipo muscolo-scheletrico a cui possono però associarsi delle alterazioni funzionali degli organi e del sistema vertebrale cranio-sacrale.

Poiché in Osteopatia si ha una visione olistica del corpo umano, è valida anche l’idea contraria: un problema funzionale organico-viscerale può provocare dei dolori di tipo muscolo-scheletrico.

L’Osteopatia, grazie proprio ai principi su cui si basa, interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza.

Si rivela efficace nel trattamento di diversi disturbi che spesso affliggono l’individuo impedendogli di poter condurre una vita serena, disturbi come:

  • cervicalgie
  • lombalgie
  • sciatalgie
  • artrosi
  • discopatie
  • cefalee
  • dolori articolari e muscolari da traumi
  • alterazioni dell’equilibrio
  • nevralgie
  • stanchezza cronica
  • affezioni congestizie come otiti e sinusiti
  • disturbi ginecologici
  • disturbi digestivi
Alla Claire Studi Medici di Pinerolo trovate i seguenti osteopati:

Dott. Andrea MAURINO

 

 

IL RICONOSCIMENTO DELL’OSTEOPATIA IN ITALIA

L’Osteopatia è un sistema di Prevenzione Sanitaria, affermato e riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

L’Osteopatia in Italia è individuata dalla legge 3/2018 conosciuta anche come legge Lorenzin dalla quale riportiamo i passaggi più significativi:

Nell’ambito delle professioni sanitarie sono individuate le professioni dell’osteopata e del chiropratico, per l’istituzione delle quali si applica la procedura di cui all’articolo 5, comma 2, della legge 1° febbraio 2006, n. 43, come sostituito dall’articolo 6 della presente legge.“

“Con accordo stipulato in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, da adottare entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabiliti l’ambito di attività e le funzioni caratterizzanti le professioni dell’osteopata e del chiropratico, i criteri di valutazione dell’esperienza professionale nonché i criteri per il riconoscimento dei titoli equipollenti. Con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro della salute, sentite le competenti Commissioni parlamentari e acquisito il parere del Consiglio universitario nazionale e del Consiglio superiore di sanità, da adottare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, è definito l’ordinamento didattico della formazione universitaria in osteopatia.“

Ginecologia ed Ostetricia

Ginecologo a Pinerolo,

visita ginecologica a Pinerolo

Dott. Enrico PEDRINI

La visita ginecologica è volta ad offire una risposta completa alle diverse esigenze della donna: prevenzione dei tumori dell’apparato genitale e del seno, diagnosi e terapia delle principali patologie ginecologiche (anomalie del ciclo mestruale, infezioni genitali, malattie dell’ovaio e dell’utero, endometriosi), contraccezione (anche per la prescrizione della contraccezione d’emergenza), fertilità di coppia, menopausa, riabilitazione perineale, ecografie ginecologiche e ostetriche.

La gravidanza può essere seguita dal medico ginecologo che effettua tutte le ecografie. Presso La Claire Studi Medici, il Dr. Pedrini offre il servizio di presa in carico completa della donna in gravidanza, durante il parto e nei primi mesi del bambino.  A disposizione anche un servizio di psicologia rivolto a donne e/o coppie, per affrontare insieme difficoltà e fatica della fase pre- e post-natale, dalla gravidanza fino ai 2 anni (compresi) di età del bambino.

Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica

chirurgo plastico Pinerolo, medicina estetica Pinerolo

Dott. Marco SALOMONE

 

La visita di chirurgia plastica viene scelta da coloro che desiderano sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica, estetica o ricostruttiva del viso, del corpo, del seno oppure a trattamenti di medicina estetica.

Il chirurgo plastico soddisfa le esigenze di “bellezza” dell’individuo nel rispetto dell’etica della responsabilità sociale, occupandosi anche della chirurgia ricostruttiva: Lo scopo della chirurgia ricostruttiva è infatti la correzione dei difetti (soprattutto dei tessuti molli) che possono verificarsi come conseguenza dell’asportazione di un tumore, di traumi, di infezioni o di malformazioni. La ricostruzione viene realizzata soprattutto utilizzando una porzione di tessuto autologo, in particolare il cosiddetto lembo microvascolare. Questa tecnica è una delle più utilizzate nel settore della chirurgia ricostruttiva.

Ambiti di intervento della chirurgia ricostruttiva:

  • Ricostruzione del seno dopo ablazione di un tumore, mastectomia (asportazione della mammella) o mastectomia con risparmio della pelle (skin sparing mastectomy) con l’utilizzazione di protesi o lembi
  • Ricostruzione del capezzolo e dell’areola
  • Correzione di malformazioni congenite e asimmetrie del seno
  • Trapianto dei nodi linfatici a seguito di linfedema cronico (accumulo di liquido linfatico con ingrossamento di una parte del corpo, per esempio braccio o gambe)
  • Ricostruzione di perdita di sostanza ossea, muscolare e/o cutanea degli arti
  • Ricostruzione della pelle dopo escissione di tumori cutanei (lipoma, neo, basalioma, spinalioma, melanoma)
  • Ricostruzione dopo asportazione di tumori nella regione della testa e del collo
  • Ricostruzione dopo escissione di sarcomi (tumori della pelle e/o del muscolo e dell’osso) del tronco e degli arti
  • Ricostruzione della parete addominale o toracica
  • Ricostruzione di nervi
  • Chirurgia per il trattamento delle piaghe da decubito
  • Correzione di cicatrici formatesi a seguito di traumi, interventi chirurgici e ustioni
  • Ricostruzione dopo danni causati da ustioni
  • Innesto autologo (cioè prelevato e impiantato nello stesso paziente) di tessuto adiposo (lipofilling, fat grafting)

La visita di chirurgia plastica permette allo specialista di valutare con il paziente i suoi obiettivi e di valutare l’entità del difetto, fornendo informazioni chiare e complete per una decisione sicura e consapevole.

Esempi di interventi di chirurgia plastica, ricostruttiva o estetica:

  • chirurgia estetica del viso (blefaroplastica, lifting cercivo-facciale, lipostruttura, mentoplastica additiva, otoplastica, rinoplastica);
  • chirurgia estetica del corpo (addominoplastica, ginecomastia, lifting delle cosce, lipoaspirazione);
  • chirurgia estetica del seno (mastopessi o lifting del seno, mastoplastica additiva, mastoplastica riduttiva);
  • medicina estetica (impianto di acido ialuronico, iniezione di tossina botulinica).

Psicologia

La visita Psicologica: E’ un incontro in cui il professionista dialoga con il paziente che esprime, soggettivamente, il proprio disagio.  Al paziente viene chiesto di descrivere il sintomo, il malessere, ciò che sente come disturbante o che crea malessere o sofferenza interiore. Lo psicologo può aiutare la persona a chiarire meglio il proprio problema ponendo alcune domande sulla vita personale (lavoro, famiglia, vita sentimentale, stato di salute ) a cui il paziente risponde liberamente. Il dialogo a due, in un ambiente confortevole, è lo strumento principale del colloquio psicologico. La durata può variare dai 45 minuti ad un’ora.

Dott.ssa Francesca AGNOLIN

Dott.ssa Elena Teresa BOETTI

Dott.ssa Stefania ROMANELLI

Dott. Maurizio MARTUCCI

Gastroenterologia

Gastroenterologo Pinerolo

Visita gastroenterologica a Pinerolo

Dott. Delio Guglielmo Mario TURCO

 

La Gastroenterologia è in specifico lo studio delle malattie del tratto gastrointestinale. Il medico specialista è il gastroenterologo.
La gastroenterologia si avvale prevalentemente di procedure endoscopiche con le quali procede alla diagnosi e successivamente al trattamento delle patologie dell’apparato digerente (Esofago, Stomaco, Fegato e Vie biliari, Pancreas, Intestino tenue, Colon – Retto)

A cosa serve la visita gastroenterologica?

L’obiettivo della visita gastroenterologica è individuare – o escludere – la presenza di patologie a carico degli organi che compongono l’apparato gastrointestinale e stabilire, se necessario, le terapie adeguate o l’esecuzione di esami specialistici per effettuare approfondimenti.

A questo tipo di visita vengono generalmente sottoposti anche soggetti con malattia già nota al fine di monitorarne l’evoluzione (tra le più diffuse il reflusso esofageo o MRGE) oppure pazienti candidati a programmi di screening (come ad esempio la Colonscopia per lo screening del tumore del Colon-Retto)

Fisiatria

Dott. Maurizio Garrone

 

La riabilitazione si rivolge ai soggetti che hanno perso la normale funzionalità, spesso a causa di un trauma, un ictus, un’infezione, un tumore, un intervento chirurgico o una patologia progressiva (come l’artrite).

Un programma di riabilitazione polmonare è comunemente indicato per i pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva. Anche i soggetti particolarmente deboli dopo un prolungato allettamento (ad esempio, a causa di grave trauma o di un intervento chirurgico) necessitano di riabilitazione. La fisioterapia, la terapia occupazionale, il trattamento del dolore e delle infiammazioni uniti a un approccio riabilitativo finalizzato alla compensazione di specifiche funzioni perse sono gli obiettivi classici della riabilitazione. Il trattamento prevede generalmente sedute personali regolari per diverse settimane.

La terapia riabilitativa serve a soggetti di ogni età, sebbene il tipo, il livello e gli obiettivi spesso differiscano in funzione della fascia di appartenenza. I soggetti con patologie croniche, spesso anziani, hanno obiettivi diversi e necessitano di un programma meno intenso e un più lungo periodo riabilitativo rispetto ai giovani che presentano una disabilità temporanea (ad esempio, dovuta a frattura o ustione). Nel caso di un anziano con grave insufficienza cardiaca e pregresso ictus, l’obiettivo è quello di recuperare il maggior livello possibile di autosufficienza (soprattutto per svolgere attività come mangiare, vestirsi, lavarsi, spostarsi dal letto alla sedia, andare in bagno, controllare la funzione della vescica e dell’intestino). L’obiettivo del paziente giovane con frattura è spesso riacquistare tutte le funzionalità il più rapidamente possibile. Ciononostante, l’intensità della riabilitazione o i suoi obiettivi non sono condizionati soltanto dall’età, ma anche dalla presenza di altre patologie o limitazioni.

Dopo un grave evento, trauma o procedura chirurgica, il programma di riabilitazione raccomandato deve essere seguito rigorosamente per ottenere il recupero massimo possibile.

La riabilitazione può essere svolta presso uno studio medico o a casa sotto la guida di un medico fisiatra (medico specializzato in medicina riabilitativa), da un fisioterapista, da un terapista occupazionale o in un centro di riabilitazione.  Alla Claire Studi Medici trovi tutte le figure necessarie per impostare un percorso di riabilitazione.

Radiologia

Ecografia a Pinerolo

Dott. Michele SERTOLI

 

L’ecografia o ecotomografia è un sistema di indagine diagnostica medica che non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore. Tale metodica viene considerata come esame di base o di filtro rispetto a tecniche di Imaging più complesse come CT, imaging a risonanza magnetica, angiografia.

L’Ecografia può essere utilmente impiegata nello studio di numerosi organi dei quali è in grado di individuare le alterazioni strutturali causate da numerose malattie.

Fra i principali organi:

  • tiroide
  • mammella
  • muscoli
  • fegato e vie biliari
  • pancreas
  • milza
  • rene
  • prostata
  • vescica
  • utero ed ovaie
  • in gravidanza
  • intestino
  • perineo
  • seno

 

Pneumologia

Dott. Domenico CAGGESE

 

La Pneumologià è la branca della medicina che si occupa della salute dei polmoni, e la visita pneumologica è una visita medica svolta dal medico specialista in penumologia per escludere, diagnosticare o monitorare un disturbo a carico dei bronchi e dei polmoni. Oltre ai pazienti con patologia pneumologica già nota, che in accordo con lo specialista concorderanno le visite di controllo, si può venire inviati dal proprio medico curante allo pneumologo per accertare la natura di sintomi come sensazione di oppressione al torace, difficoltà nella respirazione, affanno a riposo, tosse persistente, espettorazioni prolungate e/o con tracce di sangue, dolore toracico, apnee notturne.
In base alle rilevazioni effettuate nel corso della visita lo pneumologo potrà prescrivere la terapia oppure, a seconda del sospetto diagnostico, richiedere ulteriori esami (come spirometria, emogasanalisi, esame colturale dell’espettorato, radiografie del torace) per ulteriori accertamenti.

Esempi di alcune Patologie polmonari più frequenti:
-broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)
-trattamento della insufficienza respiratoria (ossigenoterapia, ventilazione meccanica)
-asma bronchiale
-sarcoidosi e interstiziopatie polmonari diffuse
-disturbi respiratori nel sonno in generale con particolare riferimento alla sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) e ai disturbi correlati alla —–grande obesità
-neoplasie broncopolmonari

Ortopedia

Dott. Rainero DEL DIN

Dott. Giuseppe SALUZZO

Dott. Vincenzo LANGERAME

La visita ortopedica è una visita concentrata sullo stato di salute dell’apparato locomotore: ossa, articolazioni e muscoli, sia in condizioni normali che in seguito a traumi. Alla Claire troverai più di un ortopedico a Pinerolo, per soddisfare tutti i campi di una specialità variegata e complessa.

Eseguendo la tua visita ortopedica a Pinerolo si potrà studiare la struttura e la funzionalità dell’apparato locomotore per diagnosticare patologie acute, croniche o degenerative a carico della colonna vertebrale, degli arti superiori (spalla, gomito, mano e polso) o degli arti inferiori (anca, ginocchio, piede e caviglia).

Fra le più frequenti sono incluse l’artrosi (per la quale alla Claire sono disponibili terapie innovative come il Lipocell), i problemi al menisco e ai legamenti del ginocchio o alla cuffia dei rotatori, la sindrome del tunnel carpale, l’alluce valgo,(scopri le tecniche mini-invasive offerte alla Claire) il neuroma di Morton, la sindrome da compressione del nervo ulnare e la fascite plantare.
Inoltre la visita ortopedica può essere utile in seguito a traumi (es. sportivi) che possono aver leso le strutture dell’apparato locomotore, guidando un percorso di riabilitazione che può coinvolgere anche fisioterapista, osteopata e fisiatra. , contemplando un’approccio multidisciplinare aperto alle medicine alternative come l’agopuntura, anch’essa disponibile alla Claire Studi Medici a Pinerolo.

Oculistica

Dott. Stefano AMASIO

 

L’oculista (sinonimo di oftalmologo e di oftalmoiatra) è un medico che ha anche conseguito il titolo di specializzazione in oftalmologia

Si occupa di prevenzione, diagnosi e terapia sia medica sia chirurgica delle malattie del sistema visivo, dell’occhio e dei suoi annessi, della correzione dei vizi refrattivi, dello strabismo e motilità oculare, del glaucoma, delle malattie neurologiche che colpiscono la vista (neuro-oftalmologia) e di qualsiasi altro disturbo che colpisce la vista. La disciplina di competenza è nota come Clinica oculistica o, più appropriatamente, oftalmologia.

L’oculista, in quanto medico specializzato, è l’unico professionista che è abilitato, in ambito oculistico, a fare la profilassi e la diagnosi delle malattie, fare il referto medico per gli esami oculistici e la prescrizione su apposita ricetta medica oculistica delle lenti per gli occhiali, lenti a contatto, colliri, riabilitazione visiva o altre medicine, così come a eseguire gli interventi chirurgici sia sul bulbo oculare che sui suoi annessi (muscoli per strabismo, palpebre ecc.). Solitamente lavora a stretto contatto con gli Ortottisti ed Assistenti di Oftalmologia.

 

Quando fare la visita oculistica?

  • Nel bambino

Il sistema visivo completa il proprio sviluppo nei primi anni di vita. Quindi, è importante eseguire una visita oculistica all’inizio della scuola materna poiché un corretto sviluppo della visione richiede immagini nitide da entrambe gli occhi che, tra l’altro, devono essere sincronizzati nei loro movimenti grazie a un’adeguata motilità.

  • Nell’adolescente

È necessario soprattutto controllare che non si manifestino difetti di vista come miopia, ipermetropia, astigmatismo che, se non corretti, possono penalizzare le prestazioni dei ragazzi e indurre difficoltà soprattutto nell’ambito scolastico.

  • Nell’adulto

È necessario verificare l’eventuale presenza di presbiopia e controllare periodicamente la situazione rifrattiva, la trasparenza del cristallino, la pressione dell’occhio e soprattutto il fondo oculare spesso spia anche di patologie sistemiche.

  • Nell’anziano

Le patologie più frequenti sono senza dubbio la cataratta, il glaucoma e la degenerazione maculare. Per tutte è importante una diagnosi precoce in modo da evitare danni irreversibili che possono compromettere seriamente la vista.

Dermatologia

Dott. Maurizio DAMASIO

Prof. Gian Franco STRANI

 

La visita dermatologica è una buona abitudine preventiva, utile per diagnosticare e trattare le patologie cutanee (come la dermatite, eczema, orticaria, eritema, acne, psoriasi, vitiligine, disturbi degli annessi cutanei) o per monitorare l’eventuale evoluzione di una patologia cutanea già diagnosticata (ad esempio monitorare nei sospetti). E’ possibile infatti eseguire anche la mappatura dei Nei.

La visita se necessario può essere arricchita da esami strumentali – come test allergologici, tampone cutaneo e biopsia cutanea – e/o del sangue.

Chirurgia generale

Dott. Giuseppe SPIDALIERI

 

Con la definizione “chirurgia generale” si indica, differentemente da quanto suggerisce la definizione stessa, quella branca della chirurgia che si occupa di risolvere o migliorare la prognosi delle patologie che interessano gli organi della cavità addominale – intestino, colon, fegato, stomaco, esofago, pancreas, cistifellea, fegato, dotti biliari – oltre alla mammella e alla tiroide.

Quali sono le malattie che possono necessitare di una visita specialistica di Chirurgia Generale a Pinerolo:

– Ernia jatale
– Calcoli della colecisti e delle vie biliari
– Ernie (ad esempio ernia inguinale, oppure Laparoceli post chirurgici)
– Diverticolite e diverticolosi
– Follow up della Pancreatite cronica
– Patologie della pelle (cisti, lipomi, dermatofibromi, ecc.)
– Ascessi e delle fistole anali
– Cisti pilonidale
– Condilomi anali e perianali
– Emorroidi

–Sospetto diagnostico o follow-up dei tumori: dell’apparato digerente (tumore dello stomaco, tumore dell’intestino, tumore del colon retto, del pancreas, tumori del fegato), Tumori della tiroide e tumori del surrene, ma anche Tumori al seno oppure i Tumori della pelle (nevi, melanomi) che possono beneficiare dell’escissione chirurgica.

Anestesia e terapia del dolore

Dott.ssa Rosanna LIPPOLIS

 

 

La medicina del dolore (o algologia) è la disciplina medica specialistica che ha per obiettivo lo studio dei meccanismi che producono il dolore, il riconoscimento delle sue cause, la scelta e l’applicazione delle terapie per eliminarlo. Il dolore cronico può avere cause neurologiche, cardiologiche, ortopediche, etc, ed il corretto inquadramento e riconoscimento è fondamentale per impostare una terapia che risulti vincente,

Questa disciplina inizia dunque con una corretta diagnosi algologica, effettuata da uno specialista (algologo), che sarà l’obiettivo della prima visita, in cui sarà fatta una valutazione del dolore e della sensibilità attraverso strumenti specifici.

Quando il dolore incide significativamente sulla vita quotidiana del paziente o quando è presente una sofferenza psicologica può essere chiesta la collaborazione dello psicologo per elaborare un percorso terapeutico integrato.

 

Il dolore è una percezione estremamente soggettiva: infatti la soglia del dolore è diversa in ognuno di noi; l’ International Association for the Study of Pain (IASP) ha definito il dolore come “una spiacevole esperienza sensoriale ed emotiva associata ad un danno tissutale attuale o potenziale ” riconoscendo dunque l’importanza delle modificazioni conseguenti al danno tissutale ma anche dell’interpretazione personale di quanto il danno è lesivo.

La soggettività del dolore non dipende solo dall’avere differenti “soglie” di tolleranza, ma anche dalle molteplici modalità in cui il dolore può agire sulla vita quotidiana: creando difficoltà nell’attività lavorativa o abituale, limitando la partecipazione ad attività sociali ma anche impedendo le regolari ore di riposo notturno oppure i comuni movimenti che sono necessari nella cura di sé (vestirsi, lavarsi, pettinarsi, etc.); questo disagio fisico può nel tempo determinare la tendenza ad isolarsi dagli altri e causare la comparsa di sintomi di disagio psicologico, come ansia e depressione.

Esiste quindi un indicatore del dolore che serve a comunicare il sintomo, ma questo “termometro” non è sufficiente al fine di compiere una diagnosi individualizzata e poter controllare nel tempo gli esiti terapeutici.

Per questo è necessaria la collaborazione del paziente nel descrivere la sua personale esperienza di dolore, attraverso questionari che richiedono informazioni sul tipo e l’intensità del dolore su quanto esso limiti le attività quotidiane o chiedendo di dare “un voto” al dolore in diversi momenti della giornata.

La misurazione del dolore attraverso questi questionari e la disponibilità dei pazienti nel compilarli, ci permettono ora di comunicare dati incoraggianti sulla possibilità di contrastare la malattia dolore.

 

Sindromi dolorose che possono essere trattate da un Medico terapista del dolore: